Regolamento

REGOLAMENTO INTERNO DELL’UNIVERSITÀ DELLA TERZA ETÀ

Art. 1 – L’Università della Terza Età di Muggiò è promossa dalla PRO LOCO – Città di Muggiò, è apolitica, non ha fini di lucro ed è aperta a tutti, indipendentemente dalla nazionalità e dal tipo di religione di appartenenza.

Art. 2 – Ha lo scopo di contribuire alla formazione culturale degli associati e di favorire la partecipazione alla vita sociale, mediante corsi periodici di lezioni dei più svariati argomenti.

Art. 3 – È diretta da un Consiglio Direttivo interno.

Art. 4 – L’anno accademico ha inizio nel mese di ottobre di ogni anno e termina nel mese di maggio successivo.

Art. 5 – L’Università della Terza Età organizza corsi annuali con lezioni in più giorni della settimana, secondo un calendario proposto dal Consiglio Direttivo Interno e deliberato dal Consiglio d’Amministrazione della Pro Loco città di Muggiò.
Sono previste attività integrative comprendenti conferenze, dibattiti, escursioni e visite guidate, proiezione di film, viaggi e ricerche culturali.

Art. 6 – Gli associati, in regola con la quota associativa annuale della Pro Loco e iscritti all’Università della Terza Età, hanno diritto a frequentare i corsi prescelti ed a richiedere le dispense delle lezioni frequentate, quando disponibili.

Art. 7 – Le iscrizioni ai corsi sono aperte a tutti i soci della Pro Loco, senza limiti di età, purché maggiorenni, ed indipendentemente dal titolo di studio. Il Consiglio Direttivo interno stabilisce annualmente il numero massimo di partecipanti ai singoli corsi, nonché a quanti corsi ciascun socio può accedere.

Art. 8 – L’Università della Terza Età non si assume alcuna responsabilità per danni di qualsiasi genere, a persone o a cose, per fatti che dovessero accadere durante i corsi e le attività organizzate dall’Università stessa.

Art. 9 – I partecipanti ai corsi, durante lo svolgimento delle lezioni, sono tenuti a mantenere un comportamento consono allo spirito dell’Università della Terza Età. Il Consiglio Direttivo Interno, in caso di violazione delle norme di comportamento, potrà assumere i provvedimenti disciplinari necessari.

Art.10 – L’Università della Terza Età, al termine dell’anno accademico e per chi ne fa specifica richiesta, rilascia un attestato di frequenza, per presenze superiori ai 2/3 delle lezioni programmate.

Art.11 – Ai soli fini didattici, l’Università della Terza Età può operare in collaborazione con Associazioni ed Enti Pubblici, o Privati, mantenendo la propria individualità ed autonomia organizzativa a seguito di preventiva autorizzazione del Consiglio di Amministrazione della Pro Loco Città di Muggiò, così come per l’assunzione di impegni verso terzi.

Art.12 – Il Consiglio d’Amministrazione della Pro Loco città di Muggiò provvede alla nomina del Consiglio Direttivo Interno dell’Università della terza Età..

Art.13 –Il Consiglio Direttivo Interno propone al Consiglio d’Amministrazione della Pro Loco città di Muggiò le materie oggetto dei corsi, stabilendo la loro durata ed indica, per ogni corso, uno o più insegnanti che possano tenere il corso stesso.

Art.14 – L’attività del Consiglio Direttivo Interno è coadiuvata fattivamente dal Consiglio d’Amministrazione della Pro Loco città di Muggiò, col quale manterrà stretti contatti. Entrambi gli Organi, ad ogni livello, si faranno parte diligente per assicurare la massima assistenza al Corpo Docente, nella preparazione e nello svolgimento dei propri insegnamenti.

Art.15 – Il presente regolamento interno può essere modificato dal Consiglio d’Amministrazione della Pro Loco Città di Muggiò anche su proposta del Consiglio Direttivo Interno dell’Università della Terza Età.

Art.16 – Tutti gli organi interni dell’Università della Terza Età decadono ad ogni rinnovo del Consiglio di Amministrazione della Pro Loco Città di Muggiò. Inoltre la decadenza avviene per tutti i membri dopo tre assenze alle riunioni, convocate con comunicazione scritta e con un anticipo di almeno 10 giorni, senza motivata giustificazione. E’ inoltre applicabile per tutti i membri degli organismi dell’Università della Terza Età quanto previsto per i propri soci dallo Statuto della Pro Loco all’art. 5 ultimo comma.

Leave a Reply